17 febbraio 1600- 17 febbraio 2014

 IN PIAZZA COMMEMORAZIONE DEL  414° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI GIORDANO BRUNO

Sotto la statua di Giordano Bruno al centro della piazza, dove il filosofo fu bruciato vivo, sono state deposte tre corone di fiori, omaggio delle istituzioni.

La cerimonia “Nel nome di Giordano Bruno, laicità e diritti” si è svolta con l’accompagnamento musicale della Banda Musicale del Corpo della Polizia Municipale del Comune di Roma, diretta da Giovanni Di Fabio, che ha suonato l’inno nazionale di Mameli.

Erano presenti all’evento Maria Mantello presidente dell’Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno” organizzatrice dell’evento, Michela de Biase, presidente della Commissione Cultura in Campidoglio e delegata dal sindaco Marino a presiedere alla cerimonia in rappresentanza del Comune di Roma Capitale, Sara Lilli, presidente Commissione Elette, Pari opportunità e Diritti del I Municipio e Cinzia Trinchese, assessore alla Cultura del Comune di Nola, luogo di nascita del celebre filosofo.

La cerimonia commemorativa  “Nel nome di Giordano Bruno, laicità e diritti” si è svolta con l’accompagnamento musicale della Banda Musicale del Corpo della Polizia Municipale del Comune di Roma, diretta da Giovanni Di Fabio, che ha suonato l’inno nazionale di Mameli.  

 photo_1photo_2photo_3photo_5photo_7photo_8