Cari Tutti,

riprendere possesso della città pubblica, salvaguardare i beni condivisi e sostenere ogni utile proposta che sia di aiuto al vivere quotidiano sono soltanto alcuni degli obiettivi che il Circolo intende raggiungere con la realizzazione di una serie di iniziative e progetti.

Attraverso l’organizzazione di incontri e la formazione di gruppi di lavoro tematici, il Circolo desidera ricondurre entro l’ampio spazio della partecipazione quei cittadini che, nonostante la disaffezione, sentano ancora il bisogno di impegnarsi e di far sentire la propria voce.

E’ per questo che l’adesione ai gruppi di lavoro è aperta a tutti gli iscritti e non, che intendano dedicare parte del loro tempo a questo ambizioso piano operativo. Le tematiche affrontate hanno per oggetto la legalità, la formazione, i servizi socio sanitari, la mobilità cittadina, il decoro urbano, la residenzialità e il lavoro.

Condividere un fine attraverso il lavoro di gruppo significa accrescere la propria capacità di conoscere, ma anche affettiva e relazionale. Coordinare insieme le azioni vuol dire, inoltre, costruire identità e intelligenze comuni.

Per l’adesione ai gruppi e per avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati e per conoscere gli orari e i giorni in cui i gruppi si riuniscono vi preghiamo di contattare il Circolo o scrivendoci una mail o telefonandoci.

 

Grazie

Il Segretario del Circolo

Giulia Urso

 

                                                                                          Gruppi di lavoro:
Decoro urbano
Lo stato di degrado del centro storico è sotto gli occhi di tutti e per questo il gruppo di lavoro sta lavorando per elaborare proposte concrete di miglioramento del decoro urbano da condividere con le altre associazioni della zona (esercenti, comitati dei cittadini, etc.) e, ovviamente, con il Municipio I ed il Comune. I temi affrontati finora riguardano principalmente i piani di Occupazione del Suolo Pubblico con l’obiettivo di elaborare una proposta operativa tale da tutelare sia gli esercenti che la fruibilità e funzionalità delle aree pubbliche da parte dei cittadini e il problema dell’ A.M.A.
 

Laboratorio per la legalità

Scopo del laboratorio è istituire e gestire una struttura permanente che acquisisca, valorizzi e renda fruibili materiali storici e informativi sul fenomeno dell’illegalità, anche attraverso l’individuazione di strumenti giuridico-normativi validi alla lotta contro la criminalità organizzata. Il laboratorio sosterrà ogni utile iniziativa d’ausilio a cittadini, aziende e ad associazioni che abbiano ricevuto un pregiudizio da atti o comportamenti illegittimi realizzati dalla pubblica amministrazione.
Lavoro e formazione
Il problema lavoro e formazione è certamente uno dei temi di più sentita e stringente attualità ed il Circolo si prefigge l’obiettivo di discutere e intervenire sui temi della riforma del lavoro a partire dal Jobs Act, analizzando come è cambiato il mondo dell’occupazione e quali attività formative possano rispondere alle nuove esigenze.
Mobilità cittadina
I provvedimenti di emergenza adottati da oramai tanti anni (targhe alterne, blocchi del traffico, etc.) manifestano una problematica ancora solamente subita e tamponata ma ancora non affrontata con interventi minimamente risolutivi. L’obiettivo è di interfacciarsi con le varie istituzioni competenti al fine dare un contributo al miglioramento della fruibilità, da parte dei cittadini (residenti o frequentatori che siano), sia del centro storico che dell’intero territorio urbano.
 

Servizi socio sanitari

Il Circolo del PD vuole proporsi come interfaccia tra i cittadini del centro storico e le istituzioni coinvolte sia per spronare gli assessori competenti (del Municipio I e del Comune) e l’ASL RMA ad intervenire laddove i servizi erogati siano inadeguati alle esigenze dei residenti sia per diffondere la conoscenza presso i residenti stessi delle buone pratiche assistenziali già presenti nella zona.
 
Residenzialità
L’obiettivo del gruppo, attraverso la mappatura degli abitanti del centro storico e dei servizi a loro disposizione (sanitari e sociali, trasporti, scuole, aree verdi, raccolta rifiuti, etc.), è di definire le aree di miglioramento tali da permettere una più agevole fruizione della zona da parte della popolazione residente. E capire come favorire nuove forme di residenzialità.