QUEST’ANNO LA BEFANA HA PORTATO UN PO’ DI LEGALITA’

Il Tar ha rigettato il ricorso dei possessori di licenza per le bancarelle di piazza Navona convinti di poter avere sul suolo pubblico più diritti di quelli che l’amministrazione (quindi tutti noi) intendeva invece concedere con apposito bando che prevedeva una riduzione delle bancarelle da circa 115 a  72.

Davanti a queste regole di buon senso i vincitori del bando hanno deciso di non ritirare l’autorizzazione e lo hanno impugnato chiedendo al TAR di sospenderlo prima ed annullarlo dopo. Ma il TAR per il momento gli ha dato torto, perché in questa fase ha ritenuto prevalente la tutela dell’interesse pubblico su quello privato.

Il suolo pubblico è di tutti, non può, e non deve essere considerato un diritto da parte di qualcuno. Il suo uso è solo temporaneo.  L’idea  che, una volta ottenuta una concessione temporanea, si riceva anche il diritto ad un rinnovo quasi in automatico anno dopo anno, o che la stessa possa essere trasmissibile a figli e nipoti, è sbagliato. 

Noi del Partito Democratico sosteniamo la giunta comunale e municipale nei suoi sforzi per riportare nel centro storico le regole e il decoro.

Siamo soddisfatti del risultato ottenuto dall’amministrazione, anche grazie al supporto delle associazioni dei cittadini residenti e sproniamo l’amministrazione a fare subito  un nuovo bando, già nei prossimi mesi, per piazza Navona capace di trovare il giusto equilibrio tra tradizione, rispetto per la monumentalità della piazza, decoro, e per i bambini, visto che tutto sommato la festa della befana dovrebbe essere proprio per il loro divertimento e non per il consumismo.

Dal 2 al 6 gennaio dalle 18 alle 22 il Circolo ha organizzato un volantinaggio. Chi volesse partecipare appuntamento al Circolo alle 17.45

Schermata 01-2457024 alle 20.48.01