R

Da quanto tempo non entrate in una biblioteca? Forse dai tempi del liceo o dell’Università. Eppure la biblioteca può essere un luogo davvero confortevole per passare il tempo. Non ci credete? Ecco dieci motivi per invogliarvi.
1) La compagnia. In biblioteca si arriva soli, ma è facile scambiare due chiacchiere con il vicino di posto, con quelli che stanno facendo una pausa, prendere un caffè insieme alla macchinetta o al bar dietro l’angolo.

2) La gentilezza del personale. Sarà la vicinanza dei libri o la quiete in cui lavorano, i bibliotecari sono quasi sempre persone deliziose: gentili, disponibili, sollecite nel consigliarvi e darvi una mano nelle ricerche o semplicemente nell’ambientarvi nel “loro regno”.

3) Il silenzio. Quello della biblioteca è un silenzio leggero e rilassante, abitato da persone curiose di sapere e di imparare; un’assenza di parole, ma una presenza di pensieri felici e pieni di vita.

4) Gli scaffali in cui curiosare. Qualunque sia il nostro genere, in biblioteca ci aspettano interi ripiani stracolmi di libri che ci invitano e solleticano il nostro appetito di lettori.

5) L’emeroteca. In molte biblioteche l’angolo dei giornali può appagare il nostro desiderio di sfogliare tutti i quotidiani del giorno e tantissime riviste. Non so voi, ma io desidero farlo ogni volta che mi fermo ad un’edicola…e in biblioteca è possibile!

6) Il giardino. Spesso un bel giardino, o almeno un cortile tranquillo con molte piante e panchine circonda la biblioteca di quartiere, ed è un vero piacere sostarvi un po’ per una pausa nella lettura o, quando è bel tempo, stare all’aria fresca in compagnia del proprio libro.

7) Il sito Internet. I siti delle biblioteche offrono informazioni molto interessanti: consigli sui nuovi libri, ma anche su concerti, spettacoli, cinema e, soprattutto sugli eventi organizzati dalla biblioteca stessa, come incontri con gli autori, letture recitate da attori, riunioni a tema. C’è tutto un mondo di cui forse non sospettavamo l’esistenza anche se è a poche centinaia di metri da casa nostra.

8) La tessera. Quando ci viene consegnata la tessera della biblioteca (gratuita!) è sempre un momento speciale: la sensazione è quella di entrare a far parte di un club molto privato, composto da persone un po’ diverse e speciali, animate da un comune desiderio di viaggiare con la fantasia e di conoscere sempre di più.

9) Il fascino d’altri tempi. Anche se c’è la connessione wi-fi (gratuita!), l’archivio elettronico e la sala computer, l’ambiente della biblioteca mantiene un’atmosfera un po’ ottocentesca, difficile da descrivere, ma facile da percepire per le anime più sensibili.

10) Il piacere della lettura. In biblioteca leggere ha un altro sapore: più intenso, più concentrato, come se lì dentro fosse più facile immergersi nella storia e immedesimarsi nei protagonisti.

Vi siete convinti? Perché non provare? Una mattina organizzate la vostra piccola fuga dal mondo e scoprirete quanto benessere può regalarvi. E, dopo qualche ora, sarete ricaricati e pronti a rientrare nella vita di tutti i giorni, portando con voi il vostro piccolo segreto…e la tessera della biblioteca nel portafogli!

Laura Bonaventura