Il Circolo PD Roma Centro Storico ha una lunga storia, iniziata nel 1946 quando venne aperta in Via dei Giubbonari nei locali della ex Casa del Fascio la sezione del PCI Regola Campitelli, intitolata a Guido Rattoppatore,  operaio e partigiano nella zona di Campo de’ Fiori fucilato dai nazifascisti nel Marzo del 1944. La targa in marmo con l’intitolazione è osservabile ancora oggi all’esterno della sezione. Anche per questo il circolo si è impegnato assiduamente nella memoria della resistenza avendo tra l’altro numerosi ex partigiani tra gli iscritti.

Il Circolo Centro Storico è stato il punto di riferimento di militanti e simpatizzanti, prima del PCI, poi del PDS, DS ed infine del Partito Democratico, che hanno trovato nella sezione un luogo dove incontrarsi, confrontarsi o semplicemente discutere dei fatti del giorno di fronte alle bacheche poste all’esterno con esposta l’Unità.

Il Circolo Centro Storico negli anni è diventato una vetrina importante anche per la classe dirigente del nostro partito, il Segretario Bersani ha festeggiato la caduta del Governo Berlusconi da Via dei Giubbonari mentre il presidente del Senato Piero Grasso ha presentato in questi storici locali la sua candidatura. Il nostro Circolo negli ultimi anni ha intrapreso una decisa strada verso un’apertura oltre il municipio, del quale tuttavia rimane punto di riferimento, aprendo la sezione verso temi con vocazione più ampia quali europa, filosofia e cultura, economia e industria, ogni settimana vengono ospitate associazioni e gruppi tematici e periodicamente presentazioni di libri. I Socialisti francesi, il Pasok greco e il Circolo PD Rai hanno scelto i nostri spazi come base per la loro militanza romana.

Da segnalare inoltre l’enorme lavoro dei gruppi tematici, il cineforum settimanale e le numerose assemblee aperte agli iscritti. Tutto questo è il Circolo PD Centro Storico, un luogo di confronto, elaborazione e dialogo, un luogo dove si immagina un’Italia e soprattutto un’Europa progressista, ma anche un luogo dove si ricorda la storia che abbiamo alle spalle, le conquiste e i valori di chi c’era prima di noi.

Il Circolo è un luogo di democrazia e di impegno politico, aperto agli iscritti e ai simpatizzanti, dove è possibile discutere, incontrarsi e capirsi. Un ritrovarsi che non è mai fine a se stesso, ma serve a cercare soluzioni, a dare forza alle idee, a fare progredire le condizioni di convivenza, di giustizia sociale, di civiltà.

Gli iscritti al Circolo sono attualmente 480. Tra di essi abbiamo avuto l’onore di annoverare l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.