Per governare una città complessa come Roma occorrono molte competenza e un chiara visione politica sul senso e le priorità delle cose da fare ,e sulle risorse da mettere in campo . Risorse umane,culturali e finanziarie.

Per questo vogliamo iniziare, come circolo territoriale del più bel centro storico del mondo, a ragionare sui problemi di Roma, dai più banali a quelli più complessi ,cercando di coinvolgere l’opinione di esperti di politici e del maggior numero possibile di  cittadini. Siamo convinti che solo attraverso  una grande partecipazione democratica fatta di denunce ma anche di proposte ,Roma potrà rialzare la testa ed acquisire quel ruolo ,che sembra avere smarrito ,di capitale culturale dell’umanità.

Attendiamo contributi

Prima puntata :cronache di fine anno dal centro storico

1. emergenza Fauna

guano si susseguono in questi gironi gli incidenti sul lungotevere ,piazza cairoli,piazza venezia e intorni ,causati dal guano prodotto da migliaia di uccelli che nidificano sugli alberi. Anche camminare a piedi è un diventato un pericolo. Ama sta cercando di mettere riparo all’emergenza con pulizie staraordinarie, ma la situazione non è ancora sotto controllo. Quello che è certo che la nuova amministrazione dovrà affrontare il problema installando per tempo i dissuasori elettronici attraverso la procedura di gara d’urgenza dei servizi elettronici Mepa,ma forse varrà anche la pena di rivedere la normativa regionale sulla caccia agli uccelli con un periodo di moratoria di alcuni anni per un raggio di almeno 60 km dalla città per riconsentire un ritorno alle campagne degli stormi.

Gabbiani da quel lontano 1973 in cui si riprodusse allo zoo di Roma una gabbinella portata a Roma dall’isola di Giannutri, il comune stima ad oggi una popolazione di almeno 40000 gabbiani  in città , più aggressivi anche contro l’uomo, contro cui sembra non si possa far niente perchè tutelati dalla legge 157/92.

Recenti modifiche legislative alla vecchia legge per il ricepimento di norme europee, però consentono deroghe alla tutela prevista dalla legge 157 quando la fauna aumenta a dismisura : la nuova amministrazione dovrà farsi carico di rivedere le norme di tutela con la Regione per contenerne l’espansione.

Topi Nessuno è più in grado di stimare quanti milioni di ratti vivano sul Tevere ed invadono le vie del  centro storico. Amici cineasti l’altra mattina all’alba nei giardini di Castel S.Angelo ne hanno contati a centinaia. Il comune aveva stanziato 400.000 euro ai municipi per la derattizzazione e al primo municipio erano stati assegnati 35000 euro :delle due  l’una o i fondi sono insufficenti o sono stati spesi male. Il problema andrebbe monitorato meglio con la consulenza di esperti e la nuova amministrazione deve provvedere in maniera costante alla derattizazione per evitare che la situazione sfugga di mano con gravi conseguenze per la salute pubblica.

Traffico Blocco auto e motorini a targhe alterne,blocco veicoli euro 0 ed euro 1

con la previsione di un loro blocco totale dentro il raccordo anulare  entro il 2016,scioperi continui e disservizi costanti dei mezzi pubblici: Per i romani la situazione della mobilità è al collasso. E la situazione è destinata a peggiorare se teniamo conto delle previsioni di incremento della popolazione nell’area metropolitana di Roma (4 milioni di abitanti entro il 2020)

Le soluzioni sono note :  nuova governace all’atac ,triplicare la capacità di trasporto dei mezzi pubblici entro il 2020 specie dei tram elettrici e loro integrazione con il sistema ferroviario e metropolitano potenziato, rottamazione di un parco auto di oltre 200000 auto più inquinanti ,tramite agevolazioni alle fasce più deboli. Potenziare i servizi di car sharing e dar finalmente vita a percorsi ciclabili degni di questo nome. Tutto questo richiede un intervento dello stato con mezzi e poteri straordinari su Roma capitale assimilando il problema del traffico ad una  delle calamità naturali come prevedono le leggi esistenti.Ci riferiamo in particolare all’art 2 della legge 255 /92  “in caso di emergenza prolungata lo stato può nominare un commissario delegato con pieni poteri e dotarlo delle risorse necessarie a risolvere il problema”.

Tra i tanti studi in materia consigliamo la lettura del rapporto MXL proposta per un piano del trasporto di massa per Roma reperibile sul sito City Railways.

Decoro urbano La legalità deve diventare buona prassi di tutti i romani ristoratori,ambulanti,abusivi,in primis. Le battaglie del municipio sul rispetto delle norme devono divenire patrimonio di tutti i cittadini ,occorre prevedere un’azione di educazione a partire dalle scuole promossa dal Comune e affiancata da tutte le organizzazioni economiche. Gli interessi in gioco,come mostra la vicenda del bando per i banchetti di natale a piazza Navona sono tanti ,ma crediamo che questa battaglia non sia solo a favore dei residenti ma per tutta la città e il suo futuro.Torneremo sul problema.

Raccolta rifiuti sulla differenziata c’è ancora molto da fare ,anche per arrivare alla  riduzione delle tasse che i Romani pagano e che sono tra le più alte d’Italia senza che i risultati si vedano . Anche qui c’è il problema è modificare la governance dell’Ama e la sua organizzazione del lavoro e rivedere tutta il parco macchine esistente  inoltre  c’è bisogno di una continua e corretta campagna di informazione fra i cittadini ( In centro in due anni sono cambiate le norme per la raccolta differenziate tre volte ). Non dimentichiamo che la raccolta differenziata secondo i dati del Conai nel 2014 non arriva ancora al 35 % e che la UE ci obbliga ad arrivare al 50% entro il fatidico 2020. Molto si può fare per ridurre i consumi ed incentivare l’economia circolare per il riutilizzo delle materie prime anche ben oltre gli obblighi di legge con opportune campagne di Marketing.Anche su questo argomento torneremo Al nuovo sindaco chiediamo per esempio di introdurre a Roma in via sperimentale il vuoto a rendere delle bottiglie di vetro: Roma vetrina del mondo intero